MILANO RHO, 15 - 1 7 NOVEMBRE: Smart Building Expo 
MILANO RHO, 16 NOVEMBRE: ore 11:00 CD congiunto Antennisti ed Elettricisti - MILANO RHO, 16 NOVEMBRE: ore 14:00 Convegno “Che cosa comporta oggi la realizzazione di un impianto a regola d’arte?” (Rel. Prof. Avv. Oddo)

Legge Delega Appalti - Approvato in Senato il testo di legge

 

Approvato il testo della Legge Delega Appalti (170 voti favorevoli, 30 contrari e 40 astenuti).

(Link al fascicolo completo

Ora si procederà con l’effettiva scrittura del nuovo testo del Codice dei Contratti Pubblici.

Il Governo è quindi delegato ad adottare, entro il 18 aprile 2016, un decreto legislativo per l'attuazione delle 3 direttive europee (2014/23/UE - Contratti di concessione; 2014/24/UE sugli appalti pubblici e 2014/25/UE sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali) mentre entro il 31 luglio 2016, un decreto legislativo per il riordino complessivo della disciplina vigente in materia di contratti pubblici.

Al testo del “nuovo codice” sta già lavorando una Commissione di Studio formata da 19 esperti scelti dal Governo, che però, purtroppo appare un po’ lontana dal mondo delle imprese.

Molti, comunque gli aspetti positivi contenuti nei principi volti a tutelare e favorire l'accesso delle micro e piccole imprese agli appalti, come la previsione del pagamento diretto dei subappaltatori, la suddivisione in lotti di lavorazione o prestazionali in modo tale da garantire l’effettiva possibilità di partecipazione agli appalti da parte delle micro e piccole imprese l’introduzione dei criteri reputazionali per le imprese che speriamo possa limitare il fenomeno delle “scatole vuote”, , i criteri premiali per valorizzare la modalità a ‘chilometro zero’ puntando sulle aziende ‘di prossimità’ rispetto al luogo di esecuzione dei lavori e che si impegnano ad utilizzare manodopera locale.

Come già detto in occasione della approvazione del testo in seconda lettura, rimangono alcuni elementi di criticità che speriamo si possano colmare in fase di scrittura del nuovo testo del Codice dei Contratti Pubblici. Soprattutto sarà ora necessario monitorare e lavorare affinchè i nuovi testi e tutti gli atti a corredo della politica legata alla spesa pubblica siano coerenti e a favore di un mercato in cui possa lavorare e crescere l'impresa artigiana.