PADOVA, 12 - 14 ottobre: Illumino Tronica, la fiera italiana dedicata al “visibile” e alle sue applicazioni
TORINO, 12 ottobre: Smart Building Italia RoadShow --- PADOVA, 14 Ottobre, ore 12:00 - Convegno "Professionisti dell‘impianto le competenze richieste dall‘Europa e dalle norme CEI"

Vademecum per il cittadino

LA CLIMATIZZAZIONE DEGLI AMBIENTI
Guida per l’esercizio, controllo e manutenzione degli impianti termici

Sul sito del Ministero dello sviluppo economico www.sviluppoeconomico.gov.it è stata pubblicata la guida per la corretta gestione degli impianti per il riscaldamento e il raffrescamento (disponibile anche in allegato).

La guida - predisposta da ENEA in collaborazione con Adiconsum, Assoclima, Assotermica, Confartigianato, Federconsumatori, Unione consumatori e il Salvagente - si riferisce agli adempimenti previsti dalla legge nazionale per la manutenzione e il controllo di efficienza degli impianti termici e le loro tempistiche.

Ci preme evidenziare che nel corso degli incontri i rappresentanti degli installatori di impianti hanno più volte sottolineato l’opportunità di render più chiaro possibile il concetto della manutenzione annuale finalizzata a garantire la sicurezza degli impianti, anche per quanto riguarda il controllo dell’efficienza energetica degli impianti stessi. Questa tesi non è stata mai accettata dal Mise, dagli altri interlocutori ed, in particolare, dai rappresentanti dei consumatori, che paventavano un eccessivo aumento dei costi.

Confartigianato Impianti ha deciso di aderire con il convincimento che la diffusione della guida possa favorire l’affermazione della cultura della sicurezza negli utenti finali incrementando così i controlli annuali e favorire l’abitudine alla manutenzione sistematica degli impianti.

La guida cita nella tabella 1 la frequenza dei controlli di efficienza energetica con la tempistica "minima" prevista dall’allegato A del Dpr 74/2013 a meno di una diversa valutazione dell'installatore.

E' evidente che rimane impregiudicato quanto stabilito dagli artt. 7) e 8) del DPR 74/2013.

Con l'occasione si ricorda quindi che le operazioni di controllo, a cura del responsabile dell’impianto, devono sempre essere eseguite da imprese abilitate ai sensi del D.M. 37/2008, secondo le prescrizioni e con la periodicità indicata nelle istruzioni tecniche per l'uso e la manutenzione rese disponibili dall'impresa installatrice dell'impianto.

Si sottolinea che in ogni caso le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione degli apparecchi e dei dispositivi facenti parte dell'impianto termico devono essere eseguite sempre secondo le indicazioni fornite dal fabbricante e per le restanti parti dell'impianto termico e degli apparecchi e dispositivi per i quali non siano disponibili né reperibili le istruzioni del fabbricante, devono essere eseguite secondo le specifiche norme tecniche.

Si ribadisce che per quanto riguarda i controlli di efficienza energetica fanno comunque fede le indicazioni del DPR 74/2013, articolo 8.